STUDIO TECNICO DAXI

Presentazione dell'azienda

CONTATTI e INDICAZIONI STRADALI

AREA:

PROGETTAZIONE MECCANICA

AREA:

SVILUPPO DI IMPIANTI INDUSTRIALI

AREA:

INNOVAZIONE DI PRODOTTO E PROCESSO

AREA:

ROBOTICA E AUTOMAZIONE

AREA:

Assistenza Tecnica

AREA:

SERVIZI CONTO TERZI
CONSULENZE AZIENDALI

AREA:

RICERCA INDUSTRIALE

Ultimo Aggiornamento:
21/10/2012

P. Iva 00895090249


DISTRETTO BIOMEDICALE VENETO
Progetto di ricerca industriale e sviluppo precompetitivo:
Applicazione di sistemi meccatronici al settore biomedicale della riabilitazione

 

Il progetto si sviluppa nell'ambito dell'automazione applicata al settore delle apparecchiature biomedicali. In questo settore numerosi gruppi di ricerca in tutto il mondo stanno svolgendo degli studi, che hanno permesso la realizzazione di importanti sistemi di ausilio al medico durante lo svolgimento di interventi chirurgici. Parallelamente a queste applicazioni, un altro importante campo di applicazione di apparecchiature robotiche al settore biomedicale sono gli strumenti di analisi, quali ad esempio la TAC e la risonanza magnetica nucleare. 

L'utilizzo specifico di apparecchiature robotiche nel settore biomedicale presenta allo stato attuale innumerevoli potenzialità e campi di sviluppo:

  • introduzione di nuove macchine "attive", dotate di sensori, interfacce e sistemi di controllo capaci di interagire con il paziente sotto il diretto controllo del medico o dello specialista;

  • valutazione dei tempi e delle capacità di recupero dei pazienti attraverso dei sistemi automatici.

  • Creazione di database dei risultati per determinare l'efficacia della terapia;

  • riduzione dei rischi dovuti all'esecuzione di terapie sbagliate o a errori del personale medico;

  • possibilità di ampliare il bacino di utenza, in quanto si possono prestare servizi a più pazienti contemporaneamente, anche in località lontane dai centri ospedalieri principali, utilizzando sistemi di telecontrollo;

  • assistenza domiciliare e domotica, in un futuro più lontano.

L'utilizzo di apparecchiature robotiche biomedicali ben si presta in quei settori in cui il personale medico deve svolgere delle mansioni ripetitive che si protraggono nel tempo, per le quali l'operatore deve assicurare in modo continuativo una elevata attenzione e una elevata sensibilità. Un settore che manifesta queste caratteristiche è quello della fisioterapia e della riabilitazione post trauma e post ictus, in quanto le operazioni che deve svolgere il medico o il fisioterapista sono ripetitive e faticose, l'attenzione e la sensibilità possono venir meno nel tempo, e questo potrebbe comportare l'insorgere di rischi aggiuntivi per il paziente.

Parallelamente bisogna considerare che il fisioterapista riesce a seguire solo un paziente alla volta, mentre delle apparecchiature automatiche permettono di curare più pazienti contemporaneamente con un utilizzo limitato di risorse umane, riducendo quindi anche i costi per le strutture.

In questo caso, pur essendo necessaria la componente dell'esperienza umana per impostare le terapie, una apparecchiatura automatica è in grado di assicurare sempre il medesimo livello di sicurezza e, attraverso l'utilizzo di sensori e di interfacce aptiche, è possibile raggiungere prestazioni di sensibilità che rimangono costanti nel tempo.

La dotazione dei sistemi di controllo si completa con degli strumenti di arresto di emergenza che possano essere azionati in modo automatico o manualmente dal paziente qualora, durante l'esecuzione della terapia, dovessero insorgere condizioni di pericolo o di dolore.

Gli obiettivi prioritari che stanno alla base di questo progetto sono:

  • Studio dei criteri di automazione del processo riabilitativo per pazienti con deficit motori dovuti a patologie sportive e degenerative;

  • Studio e sintesi di sistemi meccatronici "attivi" da applicare in apparecchiature per la riabilitazione e l'allenamento.

  • Realizzazione in fase precompetitiva di prototipi di apparecchiature per il settore della riabilitazione e della fisioterapia; sintesi del software e dei sistemi di controllo;

  • Avvio di una fase di test necessari a validarne l'efficacia.

 

Il progetto è stato presentato da

  • Label Elettronica s.r.l.
    Via della Repubblica, 18 - 35010 Limena

Testo del progetto presentato da Label Elettronica s.r.l. alla Regione Veneto

Collaborano alle fasi di ricerca industriale:

  • DAXI s.n.c.
    Via G.G.Trissino 1 - 36066 Sandrigo (VI)

  • Fisioterapia FKT Filanda
    Via A. Palladio, 34 - 35013 Cittadella Padova

  • Comacchio Giorgio

  • CMB Telai s.r.l.

  • Università di Padova, Dipartimento di Innovazione Meccanica e Gestionale
    Via Venezia, 1 - 35131 Padova

 

STUDIO TECNICO DAXI Via G. G. Trissino n.1 - 36066 Sandrigo ( Vicenza )
TEL-FAX 0444 750333