STUDIO TECNICO DAXI

Presentazione dell'azienda

CONTATTI e INDICAZIONI STRADALI

AREA:

PROGETTAZIONE MECCANICA

AREA:

SVILUPPO DI IMPIANTI INDUSTRIALI

AREA:

INNOVAZIONE DI PRODOTTO E PROCESSO

AREA:

ROBOTICA E AUTOMAZIONE

AREA:

Assistenza Tecnica

AREA:

SERVIZI CONTO TERZI
CONSULENZE AZIENDALI

AREA:

RICERCA INDUSTRIALE

Ultimo Aggiornamento:
21/10/2012

P. Iva 00895090249


DISTRETTO DELLA MECCATRONICA
Progetto di ricerca industriale e sviluppo precompetitivo:
Sviluppo di sistemi meccatronici per il settore biomedicale ed ospedaliero

 

Il progetto si sviluppa nell’ambito della meccatronica applicata al settore delle apparecchiature biomedicali. In questo campo esistono significativi esempi di applicazioni robotiche e meccatroniche, quali i robot utilizzati in chirurgia, alle apparecchiature in corso di realizzazione nel settore riabilitazione, e soprattutto agli strumenti di analisi che vengono adottati ormai su larga scala all’interno di strutture pubbliche o private.

L’utilizzo specifico di apparecchiature meccatroniche nel settore medicale presenta allo stato attuale innumerevoli potenzialità e campi di sviluppo:

  • introduzione di nuove macchine “attive”, dotate di sensori, interfacce e sistemi di controllo capaci di interagire con il paziente sotto il diretto controllo del medico o dello specialista;

  • riduzione dei rischi dovuti all’esecuzione di terapie sbagliate o a errori del personale medico;

  • possibilità di ampliare il bacino di utenza, in quanto si possono prestare servizi a più pazienti contemporaneamente, anche in località lontane dai centri ospedalieri principali, utilizzando sistemi di telecontrollo;

  • assistenza domiciliare e domotica, in un futuro più lontano.

Come previsto nel testo del progetto, i proponenti si sono concentrati sulla applicazioni meccatroniche utilizzabili per l’assistenza ospedaliera.

Recenti studi condotti dall’Istituto di Ricerca della medicina degli Stati Uniti, hanno rilevato allarmanti dati sugli errori occorsi nella prescrizione e nella somministrazione di farmaci, che si stima abbiano come conseguenza il decesso di circa 7000 pazienti ogni anno. Nel 47% di questi casi, la causa è stata attribuita a gravi negligenze dovute alla distrazione ed alla mancanza di misure certe, che mettano al riparo i pazienti ed il personale medico e paramedico da questi assurdi incidenti.

Relativamente alla situazione italiana, non sono disponibili simili statistiche, tuttavia la cronaca quotidiana ci informa costantemente di casi legati ad episodi che si possono definire “di mala sanità”, e che coinvolgono indistintamente sia le strutture pubbliche che quelle private.

Un importante contributo per la riduzione del rischio clinico nei reparti ospedalieri è fornito dalle tecnologie software e da strutture meccatroniche che già oggi sono ampliamente utilizzate in settori meno sensibili del controllo di gestione e che hanno dimostrato la loro efficacia per l’alto grado di affidabilità e la completezza dell’informazione automatizzata.

Nell'ambito della Legge Regionale 4 Aprile 2003, n.8 i soggetti proponenti hanno presentato un progetto di ricerca finalizzato allo studio di un sistema meccatronico automatizzato che contribuisca al miglioramento delle procedure per la somministrazione delle terapie farmacologiche e supporti il lavoro del personale paramedico.

A questo sistema è stato dato il nome di Mercurio: la sua struttura rappresenta la massima razionalizzazione del tradizionale carrello che attualmente viene usato nei reparti ospedalieri. Mercurio è quindi uno strumento in grado di contenere un elevato numero di farmaci, resi disponibili in modo programmato secondo il piano di terapia previsto per ciascun paziente.

I farmaci necessari per le varie terapie sono contenuti in appositi cassetti disposti lateralmente sul carrello. I cassetti possono essere di diverse dimensioni in modo da poter contenere anche più confezioni di farmaco a seconda della sua dimensione. La struttura si caratterizza per la modularità dei diversi piani, che permette la personalizzazione di Mercurio secondo le esigenze di ciascun reparto. L’automazione informatica di cui Mercurio è dotato supporta e controlla tutte le fasi del processo di gestione della selezione e somministrazione della terapia.

Il pc di reparto ha la funzione principale di archiviazione e copia di sicurezza di tutti i dati che riguardano le prescrizioni dei farmaci, la somministrazione degli stessi, i prelievi effettuati, le prenotazioni delle visite, le diete, ecc.

"Oracolo” è un tablet pc su cui vengono imputate le prescrizioni dettate durante le visite di reparto. Le prescrizioni e le terapie sono quindi trasferite automaticamente a Mercurio, il carrello elettronico che recepisce e riorganizza i dati in modo da consentire un razionale allestimento della farmacia di bordo e la conseguente attuazione del processo di somministrazione dei farmaci, dei prelievi, delle visite specialistiche e delle diete.

Le funzionalità operative di Mercurio consentono l’allestimento guidato del set di farmaci necessari per le applicazioni delle terapie, assistendo l’operatore nella preparazione e nella ricarica dei cassetti secondo il piano di cura previsto del personale medico.

L’interfaccia d’utenza con il personale è semplice ed efficace ed è costituita esclusivamente da un monitor touch screen.
Tutte le operazioni sono assistite da un software dedicato che ne verifica la corretta esecuzione in tutte le fasi di preparazione della farmacia di Mercurio.

Ogni paziente è provvisto di un braccialetto a transponder in cui sono memorizzati i dati identificativi essenziali, ed eventualmente altri parametri biometrici di base (allergie a tipi di farmaci, ecc.). Questo dispositivo viene applicato al momento del ricovero o dell’ingresso nel reparto.

Le funzionalità di Mercurio possono essere integrate con altri dispositivi informatici a corredo che supportano le attività mediche di reparto, e che contribuiscono ad estendere il controllo di gestione della cura a ciascun paziente.

Il progetto è stato presentato da

Collaborano alle fasi di ricerca industriale:

  • DAXI s.n.c.
    Via G.G.Trissino 1 - 36066 Sandrigo (VI)

  • Università di Padova, Dipartimento di Innovazione Meccanica e Gestionale
    Via Venezia, 1 - 35131 Padova

 

STUDIO TECNICO DAXI Via G. G. Trissino n.1 - 36066 Sandrigo ( Vicenza )
TEL-FAX 0444 750333